Laminato a freddo

Acciai per imbutitura e piegatura a freddo

Questi acciai sono classificati in ordine crescente di formabilità: dagli stampaggi meno critici (DC01) fino alle più profonde imbutiture (DC06 e DC07). Vengono prodotti in ricottura statica o in ricottura continua.
Possono essere forniti con diversi requisiti di aspetto superficiale, finitura superficiale e protezione superficiale.

Settori di impiego:

• Automotive
• Elettrodomestici e sanitari (frigoriferi, lavatrici, lavastoviglie, componenti per motori elettrici e compressori, piani cucina)
• Radiatori e caldaie
• Imballaggi (fusti per olio, vernici, prodotti chimici)
• Tubo mobilio (profili speciali per armadi, reti da letto, scaffalature)
• Minuterie (giardino)
• Commercio (centri di servizio)

Condizioni tecniche di fornitura:

La norma si applica ai prodotti piani laminati a freddo non rivestiti, di acciaio a basso tenore di carbonio, aventi larghezza maggiore o uguale a 600 mm, spessore almeno pari a 0,35 mm e, se non diversamente specificato all’atto dell’ordine, minore o uguale a 3 mm, destinati all’imbutitura o al piegamento a freddo, forniti sotto forma di lamiere, nastri larghi, nastri larghi cesoiati e bandelle ottenute a partire da nastri larghi cesoiati o da lamiere.

L’aspetto superficiale può essere di tipo A o B, salvo diversa richiesta al momento dell’ordine, il materiale viene fornito con aspetto A.

La finitura superficiale può essere brillante, semi-brillante, normale o rugosa. In assenza di specificazioni al momento dell’ordine, i prodotti sono forniti con finitura superficiale normale.
Per la protezione superficiale, il materiale viene tipicamente fornito oliato; su richiesta, è possibile fornire prodotti privi di oliatura, ma in tal caso si deve tener conto di un rischio di ruggine molto più elevato.

Scheda tecnica

Scheda tecnica con le vigenti normative europee e le caratteristiche tecniche del prodotto.