Freddo Smaltabile

Acciai da smaltatura  EN10209:1998

Prodotti piani laminati a freddo, di acciaio a basso tenore di carbonio, per smaltatura mediante vetrificazione

SETTORI DI UTILIZZO

  • Autovetture
  • Elettrodomestici e sanitari (frigoriferi, lavatrici, lavastoviglie, componenti per motori elettrici e compressori, piani cucina, vasche da bagno, piatti doccia, scaldabagni, etc…)
  • Radiatori e caldaie
  • Imballaggi (fusti per olio, vernici, prodotti chimici, ecc…)
  • Tubo mobilio, (profili speciali per armadi, reti da letto, scaffalature, ecc…)
  • Minuterie, (giardino,ecc…)
  • Commercio (centri di servizio)

Caratteristiche

Grazie ad un rigoroso controllo della composizione chimica e delle caratteristiche microstrutturali, questi acciai sono caratterizzati dall’attitudine alla smaltatura, ovvero dalla capacità di resistere alle tensioni indotte dal processo di smaltatura e di mantenere un buon aspetto superficiale, riducendo le emissioni gassose durante la cottura dello smalto e garantendo una perfetta adesione dello stesso.

Il processo di smaltatura consiste nell’applicazione e successiva cottura ad alta temperatura (tra 780 e 880°C) di uno strato vetroso contenete determinati ossidi, ovvero lo smalto, su pezzi semi-finiti la cui superficie sia stata precedentemente preparata. La cottura e il successivo raffreddamento consentono di legare indissolubilmente il substrato e lo smalto, dando origine ad un materiale che coniuga i vantaggi dell’acciaio con quelli del vetro.

L’intero processo richiede un perfetto controllo di tutti i parametri a la scelta del tipo di acciaio è un problema complesso proprio perché non dipende soltanto dalle caratteristiche del pezzo finale ma anche dal processo stesso di smaltatura. Sommariamente, i tipi di acciaio DC01EK, DC04EK e DC06EK sono idonei alla smaltatura convenzionale con uno o due strati; le qualità DC04EK e DC06EK sono in particolare adatte al profondo stampaggio. I tipi DC03ED, DC04ED e DC06ED sono soprattutto idonei alla smaltatura diretta in quanto presentano una elevata decarburazione, con tenori massimi di carbonio pari a 0,004%; le qualità DC04ED e DC06ED sono maggiormente adatte al profondo stampaggio.

Questi acciai possono essere prodotti in ricottura statica o sotto vuoto.

L’aspetto superficiale è tale da garantire l’applicazione dello smalto e l’uniformità dello stesso dopo applicazione.

La finitura superficiale può poi essere normale o rugosa. In assenza di specificazioni al momento dell’ordine, i prodotti sono forniti con finitura superficiale normale.

FINITURA SUPERFICIALE

SIMBOLO

RUGOSITA’ SUPERFICIALE Ra

µ metri

µ pollici

Normale

m

0.6 µm < Ra ≤ 1.9µm

26.32 µ” < Ra ≤ 74.80 µ”

Per la protezione superficiale, il materiale viene tipicamente fornito oliato utilizzando oli che possono essere regolarmente eliminati utilizzando soluzioni alcaline e i più comuni solventi; su richiesta, è possibile fornire prodotti privi di oliatura, ma in tal caso si deve tener conto di un rischio di ruggine molto più elevato.

CARATTERISTICHE MECCANICHE

Qualità

 

Re (MPa)
min-max

Rm(MPa)

A80  min(%)

r min

EN10209
:1998

t≤0.5

0.5<t≤0.7

0.7<t≤1.50

t>1.50

min-max

t≤0.5

0.5<t≤0.7

t>0.7

t<2.0

t≥2.0

DC01EK

(140)-310

(140)-290

(140)-270

(140)-270

270-390

26

28

30

-

-

DC04EK

(140)-260

(140)-240

(140)-220

(140)-220

270-350

32

34

36

-

-

DC06EK

(120)-230

(120)-210

(120)-190

(120)-190

270-350

34

36

38

1.6

1.4

DC03ED

(140)-280

(140)-260

(140)-240

(140)-240

270-370

30

32

34

-

-

DC04ED

(140)-250

(140)-230

(140)-210

(140)-225

270-350

34

36

38

-

-

DC06ED

(120)-230

(120)-210

(120)-190

(120)-190

270-350

34

36

38

-

-

Prove di trazione effettuate su provini trasversali
t = spessore del laminato in mm

COMPOSIZIONE CHIMICA

Qualità

C (%)

Ti (%)

EN10209:1998

max

max

DC01EK

0.08

-

DC04EK

0.08

-

DC06EK

0.02

0.30 (oppure Nb)

DC03ED

0.004 (dopo decarburazione)

-

DC04ED

0.004 (dopo decarburazione)

-

DC06ED

0.02

0.30 (oppure Nb)

TABELLE DI COMPARAZIONE

EUROPA

MAT.

I

D

F

GB

USA

JAPAN

EN 10209:1998

UNI 5866:1977

DIN 1623 3:1987

NF A36 401:1983

BS 1449-1:1991

ASTM A 424:1992

JIS 3141:1990

DC01EK

1.0390

Fe P02 S

EK 2

EMC

CR4VE/CR3VE CR2VE

A424-96 type

-

-

-

-

-

EME

CR2VE

-

-

DC04EK

1.0392

Fe P04 S

EK 4

EMES

CR1VE

A424-96_type

SPCD

DC06EK

1.0869

-

-

-

-

-

-

DC03ED

1.0399

-

ED 3

-

-

-

-

DC04ED

1.0394

-

ED 4

-

-

-

SPP

DC06ED

1.0872

-

-

-

-

-

-